Comunicati e Statements

Colors 51: Strade

Per COLORS 51 siamo andati a scovare in giro per il mondo i punti di sosta dei camionisti, nelle autostrade e negli angoli più sperduti del pianeta, per documentare la vita delle persone che lavorano e passano per quei posti e scoprire quali merci non dichiarate viaggiano di straforo sui camion.

Dove ci sono camion, c’è anche contrabbando e sesso. Una ricerca rivela che nell’enclave dello Swaziland, una piccola nazione dell’Africa meridionale, il 56 per cento dei camionisti sono sieropositivi… e durante il viaggio dal Botswana verso la Namibia, il Sudafrica o il Mozambico, dopo aver trascorso qualche notte in compagnia delle prostitute lungo il tragitto, contribuiscono alla diffusione della malattia oltre confine. Lo Swaziland, infatti, sarebbe il secondo paese con il tasso più elevato d’infezioni per Aids in tutto il mondo. Il re ha addirittura escogitato una soluzione per frenare l’epidemia: vietare per cinque anni i rapporti sessuali alle ragazze non sposate. E se un uomo si azzarda a infrangere il divieto sarà multato di una mucca. Noi siamo andati al ritrovo dei camionisti di Ngwenya, dove abbiamo parlato con le prostitute e i conducenti di sesso, Aids e del decreto del re.

Prossima fermata il Laos: il cuore del Triangolo d’Oro e uno dei maggiori produttori di oppio ed eroina nel mondo. Questo paese è anche un punto di transito per il narcotraffico in provenienza dalla Cina, dalla Birmania e dal Vietnam. Paradossalmente, da queste parti i camionisti snobbano l’oppio preferendo le anfetamine, che li aiutano a restare svegli durante i lunghi viaggi.

Il confine fra l’Iraq e la Turchia è considerata come una delle frontiere più “permeabili” del pianeta. Da qui, petrolio, armi e stupefacenti sono contrabbandati fuori e dentro l’Iraq.

Da questa zona ci siamo spinti fino a Coldfoot, in Alaska, un ritrovo per camionisti sull’autostrada Dalton, lungo il cammino per Deadhorse: gli autocarri vanno a rifornire i pozzi di petrolio della baia di Prudhoe seguendo quest’autostrada che si snoda lungo l’oleodotto dell’Alaska. Gli Stati Uniti consumano più petrolio di qualsiasi altro paese della terra e noi ci siamo fatti una chiacchierata con i camionisti, con la popolazione autoctona e le cameriere per sapere cosa ne pensano.

Ogni anno una quantità incredibile di merci di ogni tipo viene trasportata sui camion da città a città, da stato a stato. In Europa circa l’80 per cento delle merci viene trasportato su gomma; negli USA più del 70 per cento. Dai piccoli distributori di benzina ai motel lungo la strada che da San Pietroburgo, in Russia, arriva fino a Narva, in Estonia, ai punti di sosta sulla nuovissima e magnifica autostrada che attraversa il bacino dell’Orinoco in Brasile e in Venezuela, merci e persone attraversano in lungo e in largo il pianeta. COLORS 51: STRADE. Scopri un panorama inedito dal nostro finestrino.

 

Per ulteriori informazioni:

+39 0422 516209
colorsmagazine.com