Comunicati e Statements

Colors 56: Violenza

Tutti vogliono la pace. E per averla c’è chi prega, chi paga e chi combatte. Ecco perché se tutti cerchiamo la pace, allora ben venga questo numero di COLORS dedicato alla violenza. COLORS 56 getta uno sguardo sul modo in cui lottiamo, colpiamo e picchiamo, per accanirci gli uni sugli altri, e poi bestemmiare, urlare, insultarci e farci vendetta. Prendila un po’ come un’inchiesta mondiale sul modo in cui ci facciamo del male a vicenda. Il giro del mondo comincia qui: un tranquillo giorno di violenza, in 20 paesi, il 20 marzo 2003.

BIBLIÁN, ECUADOR: Maestro ubriaco picchia con un manico di scopa otto dei suoi alunni di 10 anni colpevoli di aver accettato i biscotti offerti dall’infermiera della scuola. MALAIKA, KENYA: Gli abitanti del villaggio infuriati incendiano un commissariato, un bar, un negozio, una macelleria, una libreria e un hotel per protestare contro la morte di un uomo ucciso dalla polizia locale. PRAWASE, THAILANDIA: Due guardie giurate muoiono sul colpo per l’esplosione di una granata in un parcheggio. ROCHEVILLE, FRANCIA: Charles Clerc, 91 anni, veterano di guerra, si suicida dopo avere sparato alla figlia Paulette di 68 anni. BOGOTÁ, COLOMBIA: Dopo essersi beccato una multa per aver guidato sul lato sbagliato della strada, il tassista Annover Álvarado Pinto spara sei colpi nella schiena a un vigile. EL ALMENDRO, NICARAGUA: Un bambino di nove anni viene torturato, violentato e ucciso a colpi di machete. Il corpo nudo viene trovato in un campo con le mani legate dietro la schiena. I vestiti del bimbo penzolavano da un albero vicino. OKEHI, NIGERIA: Più di 15 uomini armati di pietre e fucili aggrediscono i sostenitori del governatore Peter Odili. LONDRA, REGNO UNITO: Carl Baxter, 36 anni, si taglia i polsi in tribunale dopo essere stato condannato a due anni di prigione per aver investito di proposito, a marcia indietro, la bicicletta che trasportava Stephen Kirwin, 52 anni, e la figlia Emily di 4. Emily aveva perso cinque denti riportando fratture al naso, alla mascella e al palato, oltre a una contusione cerebrale. ORISTANO, ITALIA: Un gruppo di ragazzini dà fuoco a una palma e scappa via. BUKIT BATOK, SINGAPORE: Dopo aver ripetuto più volte al figlio di cinque anni di non giocare con i coltelli, una donna quando sorprende il bambino a tagliare una fetta di pane, s’infuria a tal punto da strappargli di mano la lama di 20 cm facendogli uno squarcio che per poco non gli stacca l’indice destro. KARACHI, PAKISTAN: Un pullman uccide un ciclista di 13 anni sulla Rotatoria del Popolo vicino al commissariato. I testimoni dichiarano che l’uomo al volante “aveva una guida spericolata”. DURHAM, USA: Un uomo sequestra l’ex moglie e, quando la polizia si lancia in un inseguimento a tutta velocità, un agente va a finire in un fosso per evitare un camion che gli stava venendo addosso. L’uomo è sopravvissuto. BUENOS AIRES, ARGENTINA: Un ladro viene ucciso dalla polizia dopo aver minacciato con la pistola un uomo seduto su una panchina e avergli rubato il portafoglio. OMA, SPAGNA: Terroristi baschi fiancheggiatori dell’ETA deturpano la Foresta di Oma, un’opera d’arte all’aperto dell’artista basco Agustin Ibarrola, ricoprendola con la scritta “Ibarrola, spagnolo. ETA, ammazzalo”. BELO HORIZONTE, BRASILE: Gli abitanti della zona distruggono un autobus a Cruseiro do Sul durante una protesta sugli orari degli autobus. ALBERTON, SUDAFRICA: Un quattordicenne spara e uccide un amico di 16 anni dopo che il ragazzo più grande lo aveva preso in giro perché era “sconvolto”. I due avevano fumato insieme marijuana. GALNEWA, SRI LANKA: Un poliziotto ausiliario in visita al villaggio per partecipare a un funerale viene aggredito senza ragione dagli agenti di polizia di Galnewa, che lo prendono a calci sul petto e lo schiaffeggiano prima di sbatterlo fuori dal commissariato. HENDERSON, NUOVA ZELANDA: Un cinquantacinquenne uccide un cittadino thailandese di 28 anni e aggredisce una donna di 30. Non viene fornito alcun movente. SAN FRANCISCO TLATENCO, MESSICO: Quindici giovani tendono un agguato a cinque camion che trasportano prodotti farmaceutici nella città di Puebla, Cristino Garibaldi, uno dei conducenti, viene picchiato con il calcio di un fucile prima di essere derubato della merce. BAGDAD, IRAQ: Bagdad viene bombardata da sette caccia statunitensi e 40 missili da crociera Tomahawk con guida satellitare vengono lanciati contro obiettivi della capitale. Questo attacco segna l’inizio della campagna anglo-americana, “Operazione Libertà in Iraq”. Secondo la croce rossa il bilancio di questi bombardamenti sarebbe di un morto e 14 feriti. SAN JUAN DE LURIGANCHO, PERÙ: Gli abitanti, armati di pietre e bastoni, combattono per cinque ore contro la polizia per protestare contro la presenza di 600 famiglie che hanno occupato un parco del quartiere.

COLORS 56: Violenza. In tutte le migliore edicole il 31 maggio 2003

 

Per ulteriori informazioni:

+39 0422 516209
colorsmagazine.com