Comunicati e Statements

Fabrica sviluppa per United Colors of Benetton la campagna “I Belong” a sostegno del programma dell’UNHCR per porre fine alla condizione di apolide entro il 2024

#IBelong Campaign

La campagna “I Belong” di United Colors of Benetton dà un volto e una voce agli apolidi invisibili di tutto il mondo.  La creatività, le immagini e gli strumenti di comunicazione ideati da Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group che possiede il marchio United Colors of Benetton, contribuiranno a coinvolgere l’opinione pubblica, aiutando l’UNHCR a raggiungere il suo obiettivo di dieci milioni di sostenitori in dieci anni per porre fine all’apolidia. 

Almeno dieci milioni di persone in tutto il mondo sono apolidi, privi della cittadinanza di origine senza possederne un’altra. Un bambino apolide nasce ogni dieci minuti. Senza una nazionalità, gli apolidi sono privi di  tutti i diritti, i servizi e le protezioni che i Paesi normalmente offrono ai loro cittadini. Ad essi è spesso negato il diritto all’istruzione, all’assistenza sanitaria, all’occupazione, alla libertà di movimento. Non possono fare cose che per gli altri sono scontate: sposarsi, registrare la nascita dei figli o, addirittura, avere una degna sepoltura o un certificato di morte alla fine della loro vita. Gli apolidi spesso vivono come esseri invisibili, inascoltati, non rappresentati.

Gli apolidi non hanno fatto nulla per meritare questo stigma. Sono nati senza stato, moriranno senza stato e, purtroppo, tramanderanno la loro apolidia alla generazione successiva, a meno che questo flagello non venga fermato. Spesso l’apolidia è una conseguenza diretta di una discriminazione contro un’etnia, una religione o un sesso. Ventisette Paesi negano alle donne il diritto di trasmettere la nazionalità ai propri figli, una situazione che crea catene di apolidia che abbracciano più generazioni. Esiste anche un nesso molto reale tra apolidia, condizione di profugo e instabilità regionale. Le incisive  immagini della campagna “I Belong” e un coinvolgente richiamo online all’azione – il pubblico è chiamato a firmare una lettera aperta per porre fine all’apolidia – costituiscono la spina dorsale creativa di questo progetto ambizioso. United Colors of Benetton, in particolare, ha creato una bellissima mappa interattiva dinamica, che documenterà il supporto online per la campagna #IBelong. Tutti questi strumenti visivi, digitali e online permetteranno all’UNHCR e ai sostenitori della campagna di diffondere il messaggio e di stimolare il sostegno al programma contro l’apolidia in tutto il mondo.

“È una tragedia inaccettabile che milioni di persone vivano senza nazionalità. A differenza di molti conflitti armati, tutti i governi interessati hanno assolutamente il potere di risolvere la questione dell’apolidia. Abbiamo l’opportunità, come mai prima, di affrontare questa ingiustizia”, ha affermato l’Alto Commissario per i rifugiati António Guterres. “Grazie all’eccellente supporto di United Colors of Benetton, questa campagna raggiungerà  milioni di persone ottenendo il sostegno pubblico tanto necessario per porre fine all’apolidia.”

L’impegno di Benetton Group sul fronte sociale è da sempre una componente fondamentale della filosofia del marchio. Il lato più visibile emerge con forza dalle storiche campagne e da numerose  collaborazioni con importanti organizzazioni no-profit,  per dare voce a discriminazioni, disagi sociali, emarginazioni, libertà negate e violenze, inducendo così il pubblico a riflettere e prendere coscienza su temi di rilevanza universale.  Un percorso che ha trovato il suo sbocco naturale nella UNHATE Foundation che, lottando contro la discriminazione, promuovendo i giovani e l’arte, punta a diffondere una cultura di non-odio.

In questo spirito, Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group che possiede il marchio United Colors of Benetton, ha sviluppato la creatività della campagna #I Belong: per sostenere l’impegno dell’UNHCR per porre fine all’apolidia globale.

#IBelong Campaign 04_IBelong_.jpg 05_IBelong_.jpg

#IBelong Campaign 07_IBelong_.jpg 02_IBelong_.jpg

UNHCR

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, noto anche come agenzia dell’ONU per i rifugiati, è stato costituito il 14 dicembre 1950 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. L’UNHCR tutela i diritti e il benessere dei rifugiati. In più di sei decenni, l’agenzia ha aiutato decine di milioni di persone a dare un nuovo inizio alla loro vita. L’UNHCR aiuta anche le persone che sono state costrette a emigrare all’interno del proprio Paese e gli apolidi. L’UNHCR è in prima linea nelle principali crisi umanitarie del mondo, come in Siria, Mali, Afghanistan, Sud Sudan, Repubblica Democratica del Congo e in innumerevoli altre emergenze.

Per saperne di più, visitare www.unhcr.org 

United Colors of Benetton

Oggi Benetton Group è una delle più note aziende di moda del mondo, presente nei mercati globali più importanti con una rete di oltre 6.000 punti vendita. Un Gruppo responsabile che pianifica il futuro e vive nel presente, con un occhio attento all’ambiente, alla dignità umana e alle trasformazioni della società. Il Gruppo ha un’identità consolidata, fatta di colore, moda autentica, qualità a prezzi democratici e passione per il proprio lavoro: questi valori si riflettono nella personalità forte e dinamica dei marchi United Colors of Benetton e Sisley 

Fabrica

Fabrica è un centro di ricerca sulla comunicazione. Situato a Treviso, è parte integrante di Benetton Group. Fabrica è stata fondata nel 1994 e offre a un gruppo molto eterogeneo di ricercatori da tutto il mondo una borsa di studio annuale, alloggio e viaggio di andata e ritorno per l’Italia. La gamma di discipline è altrettanto varia e include design, comunicazione visiva, fotografia, interaction, video, musica e giornalismo. Fabrica ha sede in una villa del XVII secolo restaurata e notevolmente ampliata dall’architetto giapponese Tadao Ando.

www.fabrica.it

UNHATE Foundation

La UNHATE Foundation, voluta e fondata da Benetton Group, ha l’obiettivo di contribuire a contrastare la cultura dell’odio, in linea con i valori che costituiscono il DNA di Benetton Group. I principi su cui si basa la UNHATE Foundation sono: la lotta all’odio e alla non accettazione della diversità in ogni sua forma; il sostegno alle nuove generazioni: i giovani sono i principali attori e beneficiari di progetti concreti, campagne di comunicazione e attività di formazione; la centralità dell’impatto sociale dell’arte come strumento chiave della

Fondazione. La UNHATE Foundation rappresenta un altro passo importante nella strategia di responsabilità sociale di Benetton Group: un contributo che avrà un impatto tangibile sulla comunità internazionale, in particolare sulle nuove generazioni, coinvolgendo le istituzioni, le organizzazioni internazionali, le ONG, l’opinione pubblica e la società civile.

Per ulteriori informazioni sulla campagna “I Belong”:

BENETTON GROUP

Valentina Zoppas
Comunicazione aziendale e Affari pubblici
Tel. +39 0422 519744
Email: press@benetton.it; vzoppas@benetton.it
benettongroup.com/press
benettongroup.com/sustainability/social-commitment
unhate.benetton.com
benetton.com
 
Campagna dell’UNHCR per porre fine all’apolidia in dieci anni
Maggiori informazioni:
http://ibelong.unhcr.org

Risorse multimediali disponibili qui:
http://www.unhcr.org/stateless2014