Comunicati e Statements

Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati di bilancio del primo trimestre 2008

Benetton Group, i ricavi consolidati crescono a 465 milioni di euro (+3,4%) , utile netto sale a 29 milioni di euro (+8,6%)

Ponzano, 14 Maggio 2008 – Il Consiglio di Amministrazione di Benetton Group, riunitosi oggi sotto la presidenza di Luciano Benetton, ha esaminato ed approvato i risultati consolidati del primo trimestre 2008.

I ricavi netti di Gruppo nel primo trimestre 2008 mostrano una crescita a 465 milioni di euro (+3,4%), coerente con le già annunciate previsioni di ricavi annui. La crescita registrata nel trimestre è stata influenzata da:

  • i nuovi calendari di consegna delle collezioni primavera ed estate costruiti per cogliere nuove opportunità di business in un mercato sempre più dinamico;
  • il passaggio di alcuni negozi USA da wholesale a retail che ha influenzato transitoriamente il trimestre per la mancata fatturazione della primavera estate nei primi mesi dell’anno, che verrà recuperata nei mesi successivi;
  • la rivalutazione dell’euro verso le maggiori divise estere.
  • Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati di bilancio del primo trimestre 2008_1
    *Dati in milioni di euro
    L’incidenza del margine lordo industriale sul fatturato si attesta al 46,1% rispetto al 42,7% del primo trimestre 2007, grazie in particolare all’aumento dei volumi di vendita e alle maggiori efficienze nella gestione della “supply chain” e delle attività di “sourcing”, pur nella costante attenzione alla qualità del prodotto.

    Il margine di contribuzione è pari a 179 milioni di euro contro i 160 milioni del periodo precedente, con un’ incidenza sul fatturato che cresce a 38,6% dal 35,6%.

    Il risultato operativo cresce di 6 milioni di euro attestandosi a 47 milioni, con un’incidenza sul fatturato del 10,2% rispetto al 9,2 % del primo trimestre 2007, beneficiando anche di proventi non ricorrenti comunque inferiori a quelli presenti nel primo trimestre 2007.

    L’EBITDA della gestione ordinaria aumenta di 9 milioni di euro, a 65 milioni, pari al 14,1% del fatturato rispetto al 12,5% del trimestre di riferimento.

    L’utile netto, pari a 29 milioni di euro, è cresciuto dell’8,6%.

    Confrontato con il 31 marzo 2007, il capitale di funzionamento si riduce di 4 milioni di euro, per l’effetto combinato di:

  • aumento dei crediti commerciali netti per 36 milioni, in linea con l’incremento del business;
  • riduzione delle scorte per 18 milioni, influenzata anche dai nuovi calendari delle collezioni;
  • riduzione dei debiti commerciali per 22 milioni, in parte dovuta alla maggior incidenza degli acquisti di prodotti commercializzati e dei costi per trasporti con condizioni di pagamento più brevi rispetto a quelle medie;
  • variazione netta per 44 milioni degli altri crediti e debiti.
  • Confrontato con il 31 dicembre 2007, il capitale investito si incrementa di 98 milioni, trainato da una crescita del capitale di funzionamento legata alla ciclicità del business oltre che all’aumento delle immobilizzazioni nette.

    Nel periodo il Gruppo ha effettuato investimenti operativi netti pari a 74 milioni, rispetto ai 37 milioni del primo trimestre 2007. Preponderante è la parte diinvestimenti destinati alla rete commerciale (48 milioni) per l’acquisizione e il rinnovo dei punti vendita, in particolare in mercati quali l’Italia, la Francia e gli Stati Uniti, oltre che nei Paesi significativi per lo sviluppo come l’India, la Russia e la Turchia. Gli investimenti produttivi (12 milioni) sono dedicati prevalentemente all’incremento della capacità produttiva del polo industriale in Tunisia e dell’hub logistico di Castrette di Villorba (Italia).

    L’indebitamento finanziario netto si attesta a 565 milioni di euro rispetto ai 475 milioni al 31 dicembre 2007 e i 472 milioni al 31 marzo 2007, in linea con gli obiettivi dell’anno.

    (*)In data 1° aprile 2008 il Gruppo ha ceduto a terzi l’attività connessa alla produzione dell’attrezzo sportivo, per tale ragione tutti i proventi e gli oneri connessi all’attività operativa oggetto di cessione sono stati riclassificati ed evidenziati in un’unica riga di conto economico denominata “Utile netto da attività operative cessate”. Tale riclassifica è stata effettuata anche per i periodi di confronto del 2007 al fine di renderli comparabili con il 2008.

    MARCHI

    Il marchio UCB Adulto nel trimestre ha iniziato a beneficiare della strategia che pone nuova enfasi sulle categorie di prodotto quale driver di crescita, proponendo completi assortimenti di singoli settori merceologici sia in termini di ampiezza che di profondità delle proposte: a titolo di esempio, la camiceria ha visto in due stagioni un incremento del fatturato di oltre il 40%.

    Bambino

    UCB bambino ha consolidato la diversificazione dell’offerta per fasce di età e ha introdotto il nuovo concept di arredamento System studiato appositamente per rendere piu’ fruibile l’offerta dei prodotti.
    Benetton Baby, rivolto alla fascia “neonato-5 anni”, si sta sviluppando ulteriormente grazie anche a 13 addizionali aperture effettuate nella P/E 08.
    Sisley Young ha colto con successo le opportunità di business offerte dai giovani consumatori attratti da un prodotto raffinato e fuori dagli schemi e si è rafforzato con una crescita superiore al 50% nella collezione P/E 08 rispetto alla P/E 07.

    Sisley, arricchito nel 2007 dall’aumento delle proposte di tendenza, ha completato la sua offerta grazie all’apertura dei primi due negozi di accessori.

    L’identità decisa del marchio Playlife, ispirato al mondo dei college americani, si è ulteriormente rafforzata con nuove aperture mirate, nella P/E 08.

    MERCATI

    L’Italia ha mostrato una crescita positiva allineata alle attese per l’anno e influenzata dalla diversa calendarizzazione dell’offerta.

    I cinque mercati prioritari per la crescita del Gruppo (India, Turchia, Paesi dell’Ex-Unione Sovietica, Centro e Sud America, Cina) hanno mostrato nel trimestre performance in linea con i target di sviluppo triennali, che prevedono il raddoppio del fatturato. In particolare è stata potenziata l’organizzazione commerciale nell’ex-URSS con l’apertura dei nuovi uffici dell’agenzia moscovita, che si sviluppano su oltre 1.500 mq. Nel trimestre è stata anche aperta la nuova sede operativa negli Stati Uniti, a Miami, che coordinerà le attività commerciali e di approvvigionamento delle due Americhe.

    Nei mercati consolidati la crescita è stata in linea con le aspettative; Francia, Grecia e UK hanno presentato tassi di crescita significativi.

    OUTLOOK

    Alla luce dei solidi risultati del trimestre il Gruppo conferma gli obiettivi per l’esercizio 2008:

  • ricavi in crescita tra il 6-8% a perimetro costante;
  • incremento dell’EBTIDA e dell’utile netto almeno del 7%;
  • investimenti pari a circa 250 milioni di euro;
  • indebitamento a circa 650 milioni di euro.
  • Risultati consolidati del Gruppo Benetton

    (non soggetti a revisione contabile)

    Conto economico consolidato

    Come indicato precedentemente, a seguito della riclassifica dei valori relativi all’attività operativa cessata dell’attrezzo sportivo, i dati relativi al 2007 sono stati riclassificati per renderli comparabili con quelli del 2008.
    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati di bilancio del primo trimestre 2008_2
    (A) Il risultato operativo della gestione corrente, al netto delle poste non ricorrenti, risulta pari a 41 milioni con un’incidenza sui ricavi del 9,0% (34 milioni nel primo trimestre 2007 con un’incidenza del 7,7% e 246 milioni nel 2007 con un’incidenza del 12,1%).

    Sintesi della situazione patrimoniale e finanziaria

    Si evidenzia che il management ha deciso di fornire una rappresentazione del capitale di funzionamento “in senso stretto”, depurato quindi dalla fiscalità diretta, anche in linea con quella richiesta dalla comunità finanziaria. Conseguentemente, per tutti i periodi evidenziati, sono state riclassificate dagli “Altri crediti/(debiti)” alle “Altre attività/(passività)” le seguenti voci: attività per imposte anticipate e passività per quelle differite, crediti verso l’erario per imposte dirette ed i crediti e debiti verso le controllanti relativi al consolidato fiscale.
    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati di bilancio del primo trimestre 2008_3
    (A) Gli altri crediti/(debiti) includono crediti e debiti per IVA, crediti e debiti diversi, crediti e debiti verso imprese del Gruppo di natura commerciale, ratei e risconti, debiti verso enti previdenziali e dipendenti, crediti e debiti per acquisto immobilizzazioni ecc.
    (B) Le immobilizzazioni materiali e immateriali comprendono tutte le categorie dei cespiti al netto dei relativi fondi ammortamento e svalutazioni.
    (C) Le immobilizzazioni finanziarie includono le partecipazioni non consolidate e i depositi cauzionali attivi e passivi.
    (D) Le altre attività/(passività) includono i fondi per benefici a dipendenti, i fondi rischi legali e fiscali, il fondo indennità suppletiva di clientela, i fondi per altri accantonamenti, i debiti per imposte correnti, i crediti e debiti verso le controllanti relativi al consolidato fiscale, i crediti verso l’erario per imposte dirette, le attività fiscali anticipate anche connesse alla riorganizzazione societaria del 2003 e le passività per imposte differite.
    (E) L’indebitamento finanziario netto include la cassa, le disponibilità liquide e tutte le attività e le passività di natura finanziaria a breve e medio lungo termine.

    Posizione finanziaria

    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati di bilancio del primo trimestre 2008_4

    Rendiconto finanziario

    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati di bilancio del primo trimestre 2008_5

    Indicatori alternativi di performance

    La tabella di seguito riportata mostra la composizione dell’EBITDA e dell’EBITDA gestione ordinaria.
    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati di bilancio del primo trimestre 2008_6
    Dichiarazione del dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari
    Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Emilio Foà, dichiara ai sensi del comma 2 dell’articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

    Disclaimer
    Il documento contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”), in particolare nella sezione “Evoluzione prevedibile della gestione”, relative a futuri eventi e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Benetton. Tali previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità e incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri. I risultati effettivi potranno discostarsi in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori.

     

     

    Per ulteriori informazioni:

    Investor Relations
    +39 0422 517773
    investors.benettongroup.com
    benettonir.mobi