Comunicati e Statements

Approvati dal CdA Benetton i risultati al 30 settembre 2000.

Crescono il fatturato dell’abbigliamento (+4,3%) e l’utile netto consolidato (+98 %) A fine anno i ricavi consolidati sono previsti a quota 4.000 miliardi.

Ponzano, 13 novembre 2000. Crescita dell’attività del settore abbigliamento, il cui fatturato è aumentato del 4,3 per cento; utile netto in crescita del 98 per cento e cash flow salito a 513 miliardi di lire (contro 320 miliardi nei primi nove mesi del ’99) grazie anche alle plusvalenze straordinarie: sono questi i risultati più significativi del Gruppo Benetton al 30 settembre, approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione.

I ricavi consolidati dei primi nove mesi sono cresciuti a 2.800 miliardi di lire contro 2.789 miliardi dell’analogo periodo del ’99, dato che sconta il deconsolidamento delle attività di Benetton Formula e SAB – Socks and Accessories Benetton – per complessivi 110 miliardi di lire.

Negli ultimi tre mesi, sul fronte commerciale sono da evidenziare il lancio del nuovo sito dedicato allo shopping on-line THEEX.IT, e l’apertura di nuovi megastore, come ad esempio quelli di Milano e Mosca, che genererà un positivo effetto sul fatturato già a partire dal prossimo anno. A dicembre, in Giappone, è prevista inoltre l’inaugurazione dei megastore a Kobe e a Tokio, quest’ultimo nel cuore della capitale, con una superficie totale di 3.000 metri quadri.

L’utile netto consolidato nei nove mesi si attesta a 377,3 miliardi di lire, contro 190,6 miliardi nel corrispondente periodo ’99 (+98%), includendo i proventi netti straordinari derivanti soprattutto dalla cessione della società Benetton Formula (F1). Il margine lordo industriale si conferma al significativo livello del 44,4 per cento sui ricavi, grazie all’azione combinata tra la diminuzione dei prezzi medi suggeriti al pubblico, l’incremento dei volumi e i conseguenti aumenti di efficienza ottenuti. Il cash flow generato dal Gruppo ammonta a oltre 513 miliardi di lire rispetto a 320 miliardi, tenuto sempre conto delle plusvalenze straordinarie.

Nei primi nove mesi dell’anno sono stati pagati dividendi per complessivi 361 miliardi di lire ed effettuati investimenti per circa 300 miliardi. In considerazione soprattutto di queste componenti l’indebitamento netto è salito a circa 1.300 miliardi di lire (576 miliardi al 31 dicembre 1999), valore previsto in netto ridimensionamento entro la fine dell’anno. Il patrimonio netto al 30 settembre 2000 si è attestato a 2.211 miliardi di lire contro 2.161 miliardi a fine 1999.

Per quanto riguarda il terzo trimestre 2000, i ricavi crescono di 26 miliardi di lire rispetto allo stesso periodo ’99, raggiungendo 900 miliardi. Il margine lordo industriale si attesta al 42,8 per cento; l’utile netto del trimestre è pari a 43 miliardi di lire.

L’andamento economico-patrimoniale del Gruppo al 30 settembre 2000 lascia prevedere per fine anno ricavi consolidati a quota 4.000 miliardi di lire, contro i 3.838 nel 1999, che scontano il deconsolidamento delle attività di Benetton Formula e SAB. Il miglioramento del margine lordo e del risultato operativo nei primi nove mesi conferma la previsione per il 2000 di una crescita dell’utile netto normalizzato (al netto dell’impatto delle componenti straordinarie) del 10 per cento.

 

Per ulteriori informazioni:

Investor Relations
+39 0422 517773
investors.benettongroup.com
benettonir.mobi