Comunicati e Statements

Approvati dal CdA Benetton i risultati al 30 settembre 2004

Utile netto a 100 milioni di euro. Alessandro Benetton proposto come secondo vicepresidente

Ponzano, 12 novembre 2004. Ricavi consolidati pari a 1.241 milioni di euro, utile netto in crescita a 100 milioni di euro, indebitamento netto in calo a 585 milioni di euro: sono questi i dati principali, approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione, con cui il Gruppo Benetton ha chiuso i primi nove mesi del 2004.

I ricavi consolidati dei primi nove mesi si attestano a 1.241 milioni di euro contro i 1.382 milioni dello stesso periodo del 2003, influenzati dalla cessione dell’attrezzo sportivo avvenuta nell’esercizio precedente e dalla persistente debolezza delle valute estere. I ricavi al netto degli effetti di queste due componenti sono pari a 1.233 milioni di euro (contro 1.273 milioni) con una flessione del 3,1%. Il fatturato del settore casual è pari a 1.103 milioni di euro (-3,7% rispetto ai primi 9 mesi 2003), con una crescita dei volumi dell’1,5%.

Il margine lordo industriale è di 548 milioni di euro con una incidenza sui ricavi al 44,2%, 100 punti base in più rispetto ai primi 9 mesi 2003, influenzato positivamente da una maggior efficienza produttiva e logistica.

Il risultato operativo si attesta a 160 milioni di euro rispetto ai 175 del medesimo periodo dello scorso anno, con un’incidenza sui ricavi che passa al 12,9% dal 12,7%.

L’utile netto consolidato si attesta a 100 milioni di euro contro un valore di 77 milioni dell’analogo periodo dell’esercizio 2003.

L’equilibrio e la solidità della struttura patrimoniale del Gruppo si confermano a livelli di assoluto valore, con un indebitamento netto in riduzione a 585 milioni di euro dai 659 milioni del 30 settembre 2003 (468 milioni al 31 dicembre 2003) nonostante il pagamento dell’imposta sostitutiva (125 milioni di euro) derivante dalla riorganizzazione societaria effettuata nel 2003. Il patrimonio netto è pari a 1.207 milioni di euro.

Il free cash flow, ovvero il flusso di cassa generato dalla gestione ordinaria, prima della distribuzione dei dividendi e dei flussi non ricorrenti relativi alla cessione del business dell’attrezzo sportivo e al pagamento dell’imposta sostitutiva, evidenzia un sensibile miglioramento a 24 milioni di euro da negativi 65 nei primi nove mesi del 2003.

Con le informazioni ad oggi in possesso, il Gruppo prevede per il 2004 un utile netto consolidato in un range tra 120 e 125 milioni di euro.
Il fatturato del settore casual, che pesa per circa il 90% del totale, è previsto in calo di circa il 3,5%, a fronte di una persistente prudenza della domanda e degli effetti indotti sia sui riordini autunnali che sulla collezione primavera-estate 2005.
Il fatturato consolidato di fine 2004, che sconta la cessione dell’attrezzo sportivo avvenuta nell’esercizio precedente, è stimato a circa 1.700 milioni di euro.

Il free cash flow è previsto in miglioramento rispetto alle stime precedenti e ai dati evidenziati a fine 2003, con un’ulteriore riduzione dell’indebitamento netto, stimato a 450-500 milioni di euro a fine 2004.

Il CdA ha inoltre proposto di prevedere la nomina di un secondo Vice Presidente nell’ambito del Consiglio di Amministrazione della Società, previa approvazione da parte dell’Assemblea dei Soci della relativa modifica statutaria. E’ stato proposto che la carica sia affidata ad Alessandro Benetton, attualmente consigliere e membro del Comitato Esecutivo di Benetton Group.

 

Per ulteriori informazioni:

Investor Relations
+39 0422 517773
investors.benettongroup.com
benettonir.mobi