Comunicati e Statements

Approvati dal CdA Benetton i risultati dell’esercizio 2003

Fatturato casual in linea con l’anno precedente, utili netti a 108 milioni di euro. Indebitamento netto 2004 previsto in linea con 2003

Ponzano, 30 marzo 2004. Ricavi consolidati pari a 1.859 milioni di euro, utili netti a 108 milioni di euro, utile netto normalizzato a 139 milioni, autofinanziamento stabile a circa 330 milioni di euro, indebitamento netto in calo a 468 milioni di euro: sono questi i dati principali, approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione, con cui il Gruppo Benetton ha chiuso l’esercizio 2003. All’Assemblea degli Azionisti (convocata il 12 maggio prossimo) verrà proposta la distribuzione di un dividendo di 0,38 euro per azione, in pagamento dal 27 maggio, pari a 69 milioni di euro complessivi.

I ricavi consolidati 2003 mostrano una sostanziale tenuta del settore dell’abbigliamento e un forte calo della componente sport legato alla cessione dei marchi dell’attrezzo sportivo, avvenuta nel primo semestre dell’anno. Il valore dei ricavi consolidati nel 2003 è pari a 1.859 milioni contro i 1.992 milioni registrati nell’esercizio precedente. I ricavi, al netto della cessione dell’attrezzo sportivo e dell’effetto cambi, presentano un aumento di 1,2 per cento, valore che sale al 2,1 per cento per l’abbigliamento casual.

Il margine lordo industriale si attesta a 810 milioni di euro rispetto agli 868 del 2002, con una incidenza sui ricavi invariata al 43,6%. Oltre agli impatti della cessione dell’attrezzo sportivo e dell’effetto cambi, il margine lordo è stato influenzato positivamente dall’aumento dei volumi e dalla politica di arricchimento del mix-prodotto che ha interessato principalmente il settore casual.

Il risultato operativo si attesta a 232 milioni di euro rispetto ai 243 dell’anno 2002 con una migliore incidenza sui ricavi che passa al 12,5% dal 12,2% per la cessione del business sportivo. Il minor risultato operativo del settore casual si deve imputare all’andamento dei cambi e ai maggiori accantonamenti.

L’utile consolidato normalizzato, prima delle poste non ricorrenti, si attesta a 139 milioni di euro contro un valore, normalizzato, di 128 milioni nel 2002. L’utile netto di esercizio è pari a 108 milioni di euro (contro una perdita di 10 milioni di euro dell’anno precedente).

L’equilibrio e la solidità della struttura patrimoniale del Gruppo si confermano a livelli di assoluto valore, con un indebitamento netto in forte riduzione a 468 milioni di euro dai 613 milioni di euro di fine 2002 e un patrimonio netto (al 31 dicembre 2003) di 1.174 milioni di euro, consentendo di mantenere una strategia di particolare attenzione alla remunerazione degli azionisti, con un dividendo totale pari a 69 milioni di euro. Anche il capitale di funzionamento si è ridotto a 729 milioni di euro dai 798 milioni a fine 2002, grazie in particolare ad un efficace controllo del credito commerciale.

L’autofinanziamento nell’anno si attesta a un valore pressoché stabile a circa 330 milioni di euro ed ha ampiamente consentito di far fronte agli investimenti operativi netti che nell’anno sono stati pari a 126 milioni di euro, finalizzati in particolare al continuo potenziamento della rete commerciale e produttiva. Il free cash flow (prima dei dividendi e dei flussi relativi alla cessione dell’attrezzo sportivo) si attesta a 122 milioni di euro (85 milioni nel 2002).

Il CdA ha infine analizzato le tendenze dell’andamento gestionale nel 2004. A fronte di una generale cautela nei consumi, in particolare del comparto tessile abbigliamento, e in linea con quanto anticipato nella presentazione delle Linee guida del Gruppo 2004-2007 avvenuta nel mese di dicembre e con quanto comunicato a seguito del Consiglio di Amministrazione del 6 Febbraio 2004, si prevedono per il 2004 margini industriale ed operativo sostanzialmente in linea con il 2003.
Il fatturato che non comprenderà più l’attività relativa all’attrezzo, si dovrebbe attestare attorno ai 1.800 milioni di euro.
L’utile netto atteso è pari a circa il 7% del fatturato. Si prevedono per il settore abbigliamento casual ricavi in moderata crescita, con un obiettivo intorno ai 1.580 milioni di euro.
L’autofinanziamento previsto per il 2004 è in linea con quello di fine 2003, così come l’indebitamento netto, nonostante il pagamento dell’imposta sostitutiva legata all’avvenuta riorganizzazione societaria. Gli investimenti si dovrebbero attestare a circa 100 milioni di euro focalizzati per lo più nello sviluppo della rete commerciale.

Risultati consolidati del Gruppo

Conto economico consolidato

Approvati dal CdA Benetton i risultati dell esercizio 2003   Benetton Group   Corporate Website_1

Sintesi della situazione patrimoniale

Approvati dal CdA Benetton i risultati dell esercizio 2003   Benetton Group   Corporate Website_2

Rendiconto finanziario

Approvati dal CdA Benetton i risultati dell esercizio 2003   Benetton Group   Corporate Website_3

Risultati relativi alla sola Capogruppo Benetton Group S.p.A.

Risultati economici

Approvati dal CdA Benetton i risultati dell esercizio 2003   Benetton Group   Corporate Website_4

Sintesi della situazione patrimoniale

Approvati dal CdA Benetton i risultati dell esercizio 2003   Benetton Group   Corporate Website_5

 

Per ulteriori informazioni:

Investor Relations
+39 0422 517773
investors.benettongroup.com
benettonir.mobi