Comunicati e Statements

Fabrica London Festival.

Una rassegna che presenta l’attività creativa del centro Benetton di ricerca sulla comunicazione. Per tutto il mese di febbraio, a Londra, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura.

Londra, 1 febbraio 2001. Dall’1 al 28 febbraio, Fabrica si trasferisce a Londra, ospite dell’Istituto Italiano di Cultura, per dare vita al Fabrica London Festival: una serie di eventi che ne presentano la diversa attività artistica e creativa.

Il 1 febbraio si inaugura la mostra COLORS Extra/Ordinary Objects, che resterà poi aperta fino al 14 del mese, presso la David Gill Galleries, 3 Loughborough Street. Si tratta di un campionario di oggetti raccolti da Colors, la rivista edita da Benetton, in dieci anni di attività. Inutilità e bizzarrie ma anche oggetti di uso comune che diventano straordinari al di fuori del loro contesto: dalle pillole dietetiche per cani al lecca-lecca con il verme; dalla vulva giocattolo in raso e velluto ai cerotti etnici in tre tonalità; dagli stivali texani da golf alla parrucca pubica. Cibo, moda, sesso: ogni pretesto è buono per raccontare le diverse culture del mondo con una collezione di oggetti che diventa anche – come ha scritto Peter Gabriel nell’introduzione al libro/catalogo 1000 Extra/Ordinary Objects edito da Taschen, un indicatore prezioso di abitudini, manie, sogni e incubi del nostro tempo: “ci siamo fatti un’immagine dei nostri antenati attraverso le cose che ci hanno lasciato. Così sarà anche per gli archeologi del futuro: capiranno chi siamo grazie ai nostri oggetti”.

Il Fabrica London Festival prosegue, a partire dal 14 febbraio e sino alla fine del mese, presso l’Istituto Italiano di Cultura a Londra, 39 Belgrave Square, con una selezione di foto, video, lavori di design e grafica realizzati dai giovani creativi che operano nel centro di ricerca.

Ogni lunedì del mese, poi, presso lo stesso Istituto, è previsto un evento speciale. Tre serate saranno dedicate all’attività di Fabrica Cinema che dal 1998, sotto la direzione di Marco Müller, si propone di sostenere e sviluppare l’espressione cinematografica nel sud del mondo e nell’est europeo. Lunedì 5 e 26 febbraio saranno rispettivamente presentati Viaggio verso il sole (Journey to the Sun) di Yesim Ustaoglu (Turchia), già vincitore del Premio Blue Angel come migliore film europeo e del Premio per la Pace al 49esimo Festival di Berlino, e Seventeen Years (Diciassette anni) di Zhang Yuan (Cina), che ha vinto il Leone d’Argento per la migliore regia al 56esimo Festival di Venezia. Lunedì 12 febbraio sarà la volta di un corto sperimentale, Afterwords di Gianfranco Rosi, Jean-Sébastien Lallemand e Carlos Martinez Casas, presentato al 57esimo Festival di Venezia.

Lunedì 19 febbraio, infine, Fabrica Musica presenterà la performance multimediale The Left Hand of Glenn Gould, in collaborazione con gli studenti dell’Institut Theatre Studies dell’Università tedesca di Giessen, con il coordinamento di Heiner Goebbels e Andrea Molino.

Fabrica è il centro di ricerca e sviluppo sulla comunicazione della Benetton, nato nel 1994 dal patrimonio culturale del Gruppo, che ha sede in un prestigioso complesso architettonico seicentesco (a pochi chilometri da Venezia), restaurato e ampliato dall’architetto giapponese Tadao Ando. Fabrica ospita giovani artisti-sperimentatori di tutto il mondo, invitati dopo un’impegnativa selezione a sviluppare progetti concreti di comunicazione sotto la direzione artistica di alcuni dei principali protagonisti dei diversi settori – dal cinema alla grafica; dalla fotografia al design; dalla musica ai new media .

Per ulteriori informazioni: +39 0422 519036