Comunicati e Statements

Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2008

Benetton Group, i ricavi consolidati crescono a 996 milioni di euro

Ponzano, 29 agosto 2008 – Il Consiglio di Amministrazione di Benetton Group, riunitosi oggi sotto la presidenza di Luciano Benetton, ha esaminato ed approvato i risultati consolidati del primo semestre 2008.

I ricavi netti di Gruppo nel primo semestre 2008 mostrano una crescita a 996 milioni (+2,9%), coerente con le già annunciate previsioni di ricavi annui; l’incremento degli stessi, depurato dall’effetto cambi (a cambi costanti) e a perimetro omogeneo, è pari al 5,1%. Il settore dell’abbigliamento cresce a 948 milioni di euro, +5,8% a cambi costanti.

La crescita registrata nel semestre è stata determinata da:

  • il contributo positivo del mix, grazie all’arricchimento dell’offerta con categorie merceologiche a più elevato valore, e delle iniziative intraprese per lo sviluppo in paesi ad alta potenzialità di crescita;
  • la rivalutazione dell’euro verso le maggiori divise estere, in particolare per l’effetto dell’andamento del won coreano, dollaro USA e sterlina inglese.
  • Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2008_1

    (*)Dati in milioni di euro

    L’incidenza del margine lordo industriale sul fatturato si attesta al 46,4% rispetto al 43,7% del primo semestre 2007, con un incremento di 39 milioni, influenzato positivamente dall’effetto combinato del mix e dalle sempre maggiori efficienze nella gestione di “supply chain” e attività di “sourcing”, pur nella costante attenzione alla qualità del prodotto.

    Il margine di contribuzione aumenta di 35 milioni, raggiungendo i 390 milioni, con un’incidenza sul fatturato che cresce al 39,1% dal 36,7%, contenendo un leggero aumento dei costi variabili legati in particolar modo al rincaro del costo del petrolio e dei trasporti.

    Gli elementi più significativi che nel semestre impattano sull’andamento registrato delle spese generali e amministrative (+26 milioni), sono:

  • consolidamento del presidio diretto del business, in particolare sul mercato statunitense;
  • costi legati a progetti di miglioramento della supply chain, della semplificazione della struttura delle collezioni e di analisi per lo sviluppo dell’assetto competitivo in mercati strategici;
  • maggiori ammortamenti legati all’avvio operativo di significativi investimenti nell’Information Technology, in particolare con lo sviluppo di SAP, sostenuti negli esercizi precedenti.
  • Il risultato operativo cresce di 9 milioni attestandosi a 116 milioni, con un’incidenza sul fatturato dell’11,7% rispetto all’11,1% del primo semestre 2007.

    L’EBITDA della gestione ordinaria aumenta di 12 milioni, raggiungendo i 156 milioni, pari al 15,7% del fatturato rispetto al 14,9% del semestre di confronto.

    A seguito dell’aumento dei tassi di interesse, dell’indebitamento medio del periodo e del rafforzamento dell’euro rispetto alle principali valute, gli oneri finanziari e da coperture valutarie sono incrementati di 7 milioni.

    L’utile netto, pari a 72 milioni, è cresciuto del 2,5%.

    Il capitale investito cresce di 54 milioni rispetto al 31 dicembre 2007, trainato principalmente dall’incremento degli investimenti operativi e dal ripristino del valore delle attività destinate alla cessione, al netto della diminuzione registrata nel capitale di funzionamento rispetto a fine anno. Lo stesso capitale di funzionamento, ciclico nelle dinamiche durante l’anno, aumenta di soli 5 milioni rispetto al 30 giugno 2007.

    L‘indebitamento finanziario netto si attesta a 555 milioni rispetto ai 475 milioni al 31 dicembre 2007 ed ai 459 milioni al 30 giugno 2007, confermandosi in linea con gli obiettivi dell’anno.

    MARCHI

    Nella collezione Benetton Adulto l’andamento dei progetti già avviati nei periodi precedenti conferma l’obiettivo di arricchimento delle categorie di prodotto, in particolare nella camiceria, con risultati, negli ultimi due anni, pari a circa +40%.Benetton Uomo registra l’apertura di 30 nuovi negozi. Per quanto riguarda Benetton Bambino, è da sottolineare come sia stato presentato il nuovo concept System, in occasione dell’apertura a Milano, per circa 3 mesi, del primo temporary store bambino. System, funzionale alla diversificazione dell’offerta per fasce di età, è anche il concept utilizzato per la nuova insegna Benetton Baby, che identifica una serie di negozi rivolti ai bimbi (newborn, 0 – 5 anni) e alle neo-mamme e che vede l’apertura di 35 punti vendita.
    La linea Sisley Young, per i ragazzi appassionati di fashion, ha aperto 15 negozi in Italia e all’estero.
    Il settore accessori, con negozi a insegna Benetton o Sisley, ha proseguito nella strategia di apertura di negozi dedicati, con 10 nuove aperture. Gli accessori hanno registrato una crescita di fatturato di circa +50% negli ultimi due anni.

    Nel corso dei primi sei mesi, particolare enfasi è stata data al business dell’intimo. Per la stagione autunno/inverno 2008, è stata lanciata la linea Baby Under che completa le collezioni Undercolors: capi per bambino, bambina e unisex che, riprendendo i temi della pigiameria per adulto, rinnovano il classico abbigliamento per neonati.
    Questa linea di prodotti sarà distribuita in corner specifici inseriti in circa 500 negozi della rete Undercolors.
    Inoltre è stata concepita la nuovissima linea Sisley Underwear che debutterà con uno speciale lancio in occasione della Christmas Season: intimo e accessori donna e uomo in stile sensuale e chic, dall’alto contenuto moda. La collezione vivrà di una propria identità in alcuni negozi monomarca con un concept innovativo.

    MERCATI

    I risultati per area geografica nel semestre sono stati impattati dalle forti fluttuazioni registrate nei cambi. I mercati emergenti indicati dal Gruppo per accelerare la crescita (Russia ed ex-Unione Sovietica, Turchia, India, Great China e America Latina) hanno continuato a dare risultati in linea con le attese, +25%, portando il loro contributo all’11% sul totale ricavi. L’andamento positivo nei mercati consolidati, tenuto conto del blocco temporaneo delle spedizioni avvenuto a fine semestre, ha confermato la bontà delle iniziative intraprese e la capacità da parte del Gruppo di cogliere le diverse opportunità dei mercati locali.

    In Messico, a maggio 2008, è stato siglato un accordo con Sears, la società leader nella distribuzione della holding multinazionale Grupo Carso (famiglia Slim), per lo sviluppo di United Colors of Benetton nel Paese. L’accordo prevede l’apertura di punti vendita che proporranno la qualità e l’identità-moda delle collezioni di abbigliamento UCB donna, uomo e bambino, all’interno dei department store Sears presenti in tutto il territorio messicano. Le aperture di negozi e corner realizzati nelle principali città messicane sono in linea con i piani di sviluppo che prevedono, in soli tre anni, un totale di circa 250 punti vendita. Dopo questo primo accordo, il programma di sviluppo del Gruppo nel continente americano prevede il potenziamento della presenza in altri Paesi del Sud America.

    Nell’ambito di questo progetto e della ridefinizione delle strategie nelle singole aree regionali, è diventata operativa la sede Benetton di Miami, Florida nella quale sono state dislocate tutte le attività retail USA precedentemente localizzate a Washington. La sede di Miami, strategicamente collocata tra Nord e Sud America, presidia le attività commerciali e di sourcing dell’area.

    In India è stato aperto il primo negozio Benetton Uomo a New Delhi, a Connaught Place: una superficie di oltre 300 metri quadri interamente dedicata all’abbigliamento casual e formale. Un nuovo negozio United Colors of Benetton – uomo, donna e bambino – ha iniziato l’attività a Calcutta, in una delle migliori location per lo shopping nella città, con una superficie di circa 300 metri quadri e una facciata di oltre 24 metri.

    In Russia, oltre alla recente inaugurazione dei nuovi uffici dell’agenzia commerciale a Mosca, il Gruppo ha avviato l’attività per la gestione diretta di servizi, logistica, trasporti e importazione. Questo passo rafforza ulteriormente la presenza nell’area, con l’obiettivo di offrire un servizio più efficiente e tempestivo ai clienti del mercato russo.

    INVESTIMENTI

    Nel primo semestre dell’anno il Gruppo ha effettuato investimenti operativi netti pari a 102 milioni di euro. Circa 82 milioni di investimenti lordi sono stati dedicati alla rete commerciale, per l’acquisizione e il rinnovo dei punti vendita, in selezionate aree geografiche significative in termini di sviluppo della rete commerciale e di performance attese. Sono stati inoltre effettuati investimenti lordi per 24 milioni di euro in produzione e logistica, in particolare in Tunisia e per l’hub distributivo di Castrette inItalia.
    A giugno il Primo Ministro Tunisino, E.H. Mohamed Ghannouchi, ha consegnato a Alessandro Benetton il premio “Investor of the Year Award” assegnato dalla Commissione Nazionale degli Award, “in riconoscimento del contributo fornito da Benetton Group allo sviluppo del settore dell’abbigliamento in Tunisia e per l’incremento della sua competitività”.

    EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

    Alla luce dei risultati del semestre, il Gruppo conferma gli obiettivi per l’esercizio 2008 pur nella consapevolezza dell’incertezza associata alla congiuntura economica sfavorevole e dei rischi introdotti dalla crescita dei prezzi delle materie prime e dall’accelerazione dell’inflazione nei paesi asiatici.
    In considerazione delle misure già messe in atto dal management per contenere e compensare l’impatto negativo di questi fattori, si riafferma l’impegno a conseguire gli obiettivi del Gruppo con ricavi attesi in crescita del 6%, EBITDA e risultato operativo in aumento di almeno il 7% rispetto al 2007.
    Gli investimenti dell’anno dovrebbero attestarsi intorno ai 250 milioni e in particolare:
    – si completeranno i progetti di investimento per il raddoppio dell’hub logistico di Castrette (Italia) e del polo produttivo in Tunisia;
    – continueranno gli investimenti, tesi all’apertura di nuovi negozi, nei mercati considerati strategici per il Gruppo;
    – continuerà l’implementazione dell’Information Technology a supporto del business.
    L’indebitamento finanziario netto si dovrebbe confermare intorno ai 650 milioni per la fine del corrente anno.
    “Dichiarazione del dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari
    Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Emilio Foà, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.”

    Disclaimer
    Il documento contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”), in particolare nella sezione “Evoluzione prevedibile della gestione”, relative a futuri eventi e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Benetton. Tali previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità e incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri. I risultati effettivi potranno discostarsi in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori.

    Risultati consolidati del Gruppo Benetton

    In data 1° aprile 2008 il Gruppo ha ceduto a terzi l’attività connessa alla produzione dell’attrezzo sportivo, per tale ragione tutti i proventi e gli oneri connessi all’attività operativa oggetto di cessione sono stati riclassificati ed evidenziati in un’unica riga di conto economico denominata “Utile netto da attività operative cessate”. Tale riclassifica è stata effettuata anche per i periodi di confronto del 2007 al fine di renderli comparabili con il 2008.

    Conto economico consolidato

    Come indicato precedentemente, a seguito della riclassifica dei valori relativi all’attività operativa cessata dell’attrezzo sportivo, i dati relativi al 2007 sono stati riclassificati per renderli comparabili con quelli del 2008.
    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2008_2
    (A) Il risultato operativo della gestione corrente, al netto delle poste non ricorrenti, risulta pari a 108 milioni con un’incidenza sui ricavi del 10,9% (100 milioni nel primo semestre 2007 con un’incidenza del 10,4% e 246 milioni nel 2007 con un’incidenza del 12,1%).

    Sintesi della situazione patrimoniale e finanziaria

    Si evidenzia che il management ha deciso di fornire una rappresentazione del capitale di funzionamento “in senso stretto”, depurato quindi dalla fiscalità diretta, anche in linea con quella richiesta dalla comunità finanziaria. Conseguentemente, per tutti i periodi evidenziati, sono state riclassificate dagli “Altri crediti/(debiti)” alle “Altre attività/(passività)” le seguenti voci: attività per imposte anticipate e passività per quelle differite, crediti verso l’Erario per imposte dirette e crediti e debiti verso le controllanti relativi al Consolidato fiscale.
    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2008_3
    (A) Gli altri crediti/(debiti) includono crediti e debiti per IVA, crediti e debiti diversi, crediti e debiti verso imprese del Gruppo di natura commerciale, ratei e risconti, debiti verso enti previdenziali e dipendenti, crediti e debiti per acquisto immobilizzazioni ecc.
    (B) Le immobilizzazioni materiali e immateriali comprendono tutte le categorie dei cespiti al netto dei relativi fondi ammortamento e svalutazioni.
    (C) Le immobilizzazioni finanziarie includono le partecipazioni non consolidate e i depositi cauzionali attivi e passivi.
    (D) Le altre attività/(passività) includono i fondi per benefici a dipendenti, i fondi rischi legali e fiscali, il fondo indennità suppletiva di clientela, i fondi per altri accantonamenti, i debiti per imposte correnti, i crediti e debiti verso le controllanti relativi al Consolidato fiscale, i crediti verso l’Erario per imposte dirette, le attività fiscali anticipate anche connesse alla riorganizzazione societaria del 2003 e le passività per imposte differite.
    (E) L’indebitamento finanziario netto include la cassa, le disponibilità liquide e tutte le attività e le passività di natura finanziaria a breve e medio lungo termine.

    Posizione finanziaria

    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2008_4

    Rendiconto finanziario

    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2008_5

    Indicatori alternativi di performance

    Nel presente comunicato, in aggiunta agli indicatori finanziari convenzionali previsti dagli IFRS, vengono presentati alcuni indicatori alternativi di performance al fine di consentire una migliore valutazione dell’andamento della gestione economico-finanziaria del Gruppo. Tuttavia, tali indicatori non devono, comunque, essere considerati sostitutivi di quelli convenzionali previsti dagli IFRS.
    La tabella di seguito riportata mostra la composizione dell’EBITDA e dell’EBITDA gestione ordinaria.

    Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2008_6

     

    Per ulteriori informazioni:

    Investor Relations
    +39 0422 517773
    investors.benettongroup.com
    benettonir.mobi