Comunicati e Statements

Il rinnovato negozio Benetton di Corso Buenos Aires a Milano guarda al futuro e dialoga con la moda

Inaugurato da Alessandro Benetton, è una nuova tappa dell’itinerario internazionale dello stile e della modernità, partito da Istanbul, che continuerà in altre importanti città europee

 

Ponzano, 20 settembre  2010. Il flagship store Benetton di Milano riapre il prossimo 24 settembre alla presenza di Alessandro Benetton, Vice Presidente Esecutivo del Gruppo.  Con un nuovo design progettato da Piero Lissoni, in cui l’innovazione viaggia di pari passo con la tradizione milanese, il negozio è ospitato in un palazzetto neo-classico affacciato su Corso Buenos Aires, arteria obbligata dello shopping internazionale.  Si estende su tre piani, con un concept capace di far dialogare l’identità innovativa di Benetton, che guarda con ottimismo al futuro, con lo spirito sofisticato della capitale della moda italiana.

A Milano l’intervento sull’edificio è partito dalla valorizzazione degli ambienti esistenti, riorganizzando lo spazio interno attraverso grandi scatole di lamiera grezza cerata, lasciata a tratti a doppia altezza e recuperando la corte originale su cui si affacciano le vetrine interne per enfatizzare con la massima eleganza le caratteristiche  delle collezioni. Il piano interrato ospita Benetton bambino e Sisley young; il piano terra espone le collezioni Benetton donna, il nuovo corner dedicato alla maglieria e le collezioni Sisley, il marchio glamour del Gruppo,  per donna e uomo; il piano primo presenta Benetton donna e uomo e il corner dedicato agli accessori.

“Per il negozio di Milano la scelta si è orientata verso ambienti chiari, tersi, luminosi, spazi che sappiano riflettere con discrezione lo spirito della città, del luogo che li ospita e li anima”, ha dichiarato Piero Lissoni. “L’importanza della luce, come elemento strutturante dello spazio, è sottolineata dalla scelta cromatica che punta sul bianco, su cui inscrivere i volumi puri degli arredi, perfettamente tecnici e funzionali. I materiali impiegati per la realizzazione degli arredi sono volutamente semplici, ma capaci di acquistare qualità di forza ed eleganza. Il motivo delle scatole di lamiera grezza è stato esteso alla suddivisone degli ambienti in maniera spettacolare, come punto di forza del progetto ”.

Componente architettonica di spicco è la scala principale in lamiera di ferro piegata che scorre come un nastro e collega i tre piani, simile ad un grande origami, a suggerire un’atmosfera fantastica. Una torre di vetro bianca contiene l’ascensore, sulla superficie sono applicate delle stecche di vetro opalino che lasciano intravedere il movimento dell’ascensore e il neon bianco con l’indicazione dei piani.

Integralmente disegnati su misura da Lissoni, eccetto il divano Bubble Rock di Living Divani, gli arredi sono in metallo o in legno, con armadi su rotelle, tavoli dalle forme organiche, sistemi di barre, scaffali e appenderie interpretati come grandi librerie anni Cinquanta, leggere e colte, l’illuminazione con un sistema di lampade sospese: una famiglia di elementi pensati per dare ordinato risalto ad abiti e accessori Benetton, che sono i veri protagonisti dello spazio.

Il pavimento è in cemento resina neutro, eccetto che al piano terra, dove è in cemento resina grigio scuro: scelta volta a differenziare l’area Sisley, cromaticamente connotata da un’elegante scala di grigi. Il richiamo al colore, elemento fondamentale dell’identità Benetton, accompagna il visitatore durante la salita ai diversi piani: una gradazione di 40colori si estende per l’intera altezza del negozio lungo la scala posteriore, dove a ogni gradino corrisponde un colore.

Al mondo della comunicazione e del linguaggio estetico, elementi distintivi di Benetton, alludono i pannelli/paravento in cartone disegnati da Piero Lissoni con stampate le frasi di Italo Calvino tratte daLe Città Invisibili, manifestazione visibile e testimonianza scritta della cultura italiana.

Il rinnovato grande negozio Benetton di Milano e la collaborazione con Lissoni rientrano nel quadro diOpening Soon…, un programmadi investimenti nella rete distributiva per applicare nuove idee di architettura e design agli spazi di vendita in alcune città-simbolo della trasformazione del mondo: un vero itinerario internazionale dello stile e della modernità, avviato a Istanbul nel 2009 con il flagship store interamente progettato da Piero Lissoni, proseguito con altri negozi in edifici suggestivi di grandi città europee, da Londra a Parigi, a Francoforte, interpretando di volta in volta le loro culture.