Comunicati e Statements

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000

Dividendo Benetton a 90 lire. Decisa la distribuzione di complessivi 163 miliardi di lire. Utili in forte crescita e volumi più 10%

Ponzano, 8 maggio 2001- L’Assemblea degli Azionisti di Benetton Group S.p.A., riunitasi oggi sotto la presidenza di Luciano Benetton, ha approvato il bilancio 2000, chiuso con un utile netto consolidato del Gruppo a 471 miliardi di lire (243 milioni di euro) e ricavi consolidati pari a 3.908 miliardi (2,02 miliardi di euro).

L’Assemblea ha deciso di distribuire un dividendo di 90 lire per azione, confermando la strategia di particolare attenzione nei confronti degli azionisti adottata già dal 1999. Il dividendo, per un ammontare totale di 163 miliardi di lire (83 milioni di euro), di cui 19 miliardi (9,8 milioni di euro) attinti da riserva straordinaria, sarà messa in pagamento a partire dal 24 maggio 2001.

L’Assemblea ha deliberato, inoltre, la nomina del Consiglio, con l’ingresso di Luigi de Puppi, la conversione in euro del capitale sociale e il contestuale raggruppamento delle azioni nel rapporto di una nuova azione ogni 10 vecchie azioni possedute.

L’analisi del bilancio 2000 ha evidenziato una crescita dei volumi di oltre il 10 per cento e ricavi pari a 3.908 miliardi (2,02 miliardi di euro), contro 3.838 miliardi di lire (1,98 miliardi di euro) nel 1999. I ricavi dell’esercizio appena chiuso deconsolidano le attività di Benetton Formula e SAB (Socks and Accessories Benetton), i cui ricavi avevano contribuito complessivamente, lo scorso anno, per circa 150 miliardi (77 milioni di euro).

Nel 2000 l’utile netto consolidato ha raggiunto i 471 miliardi di lire (243 milioni di euro), contro 322 miliardi (166 milioni di euro) nel 1999, grazie anche all’apporto della plusvalenza straordinaria derivante principalmente dalla vendita della società Benetton Formula (F1). Il risultato dell’esercizio, al netto degli oneri e proventi straordinari, risulta pari a 337 miliardi di lire (174 milioni di euro).

Il cash flow è salito a 651 miliardi (336 milioni di euro), contro 501 miliardi (259 milioni di euro) nell’esercizio precedente. Il capitale di funzionamento è aumentato a 1.495 miliardi (772 milioni di euro) rispetto a 1.434 miliardi (741 milioni di euro) nel ’99. Il patrimonio netto si è attestato a 2.275 miliardi (1,18 miliardi di euro) da 2.161 miliardi (1,12 miliardi di euro) dell’esercizio precedente.

Il 2000 si è chiuso con un indebitamento di 1.039 miliardi di lire (536 milioni di euro), contro 576 miliardi (298 milioni di euro) nel 1999, conseguenza della decisa accelerazione nel programma di investimenti destinati all’apertura di megastore, che apporteranno un significativo contributo al fatturato totale già a partire dall’esercizio corrente.

Nel 2000 i mercati dell’abbigliamento maggiormente in crescita, oltre all’Europa, sono stati gli Stati Uniti, la Corea e il Giappone dove si sono registrati tassi di sviluppo a doppia cifra. In particolare, la crescita del mercato giapponese è avvenuta a fronte di una voluta e marcata diminuzione del numero di piccoli negozi, chiusi perché non più adeguati alle esigenze del mercato, in parallelo all’apertura di grandi e moderne superfici di vendita. Questa tendenza, in prospettiva, interesserà tutti i mercati in cui opera il Gruppo.

Lo sviluppo della rete di megastore, anche gestiti direttamente, è stata accelerata nel corso del 2000, per proseguire a ritmo ancora più sostenuto nel 2001. L’apertura più importante ha riguardato il negozio-bandiera di Tokyo, nella prestigiosa via Omotesando. Altre aperture di rilievo sono avvenute a Kobe, in Giappone; Mosca, il più grande negozio monomarchio della Russia; Amburgo, uno tra i maggiori megastore Benetton in Germania; Atene, Milano e Roma. Tra le numerose aperture nel 2001 spiccano quelle di Londra, Parigi, New York e Vienna.

Fabrica, il centro di ricerca e sviluppo sulla comunicazione nato dal patrimonio culturale del Gruppo, ha assunto nel 2000 un ruolo di centralità nel sistema di comunicazione Benetton. L’inaugurazione della sede in un prestigioso complesso architettonico nei pressi di Treviso ha sancito ufficialmente la sua funzione di protagonista creativo della comunicazione del Gruppo, oltre che di polo multiculturale impegnato in progetti di alta visibilità internazionale.

In merito alla comunicazione, inoltre, il marchio sportivo Playlife ha giocato un ruolo preminente alle Olimpiadi di Sydney 2000, quale fornitore ufficiale della divisa della squadra olimpica italiana. Grazie anche ai successi azzurri, il marchio si è conquistato una vasta notorietà internazionale, come confermato dalla crescita a due cifre delle vendite dell’abbigliamento sportswear.

Risultati consolidati del Gruppo (in miliardi di Lire)

Conto economico consolidato

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000   Benetton Group   Corporate Website_0

Sintesi della situazione patrimoniale e finanziaria

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000   Benetton Group   Corporate Website_1

Rendiconto finanziario

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000   Benetton Group   Corporate Website_2

Risultati consolidati del Gruppo (in milioni di Euro)

Conto economico consolidato

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000   Benetton Group   Corporate Website_3

Sintesi della situazione patrimoniale e finanziaria

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000   Benetton Group   Corporate Website_4

Rendiconto finanziario

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000   Benetton Group   Corporate Website_5

Risultati da Bilancio civilistico relativi alla sola Capogruppo Benetton Group S.p.A. (in miliardi di Lire)

Risultati economici

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000   Benetton Group   Corporate Website_6

Situazione patrimoniale sintetica

L’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2000   Benetton Group   Corporate Website_7

 

Per ulteriori informazioni:

Investor Relations
+39 0422 517773
investors.benettongroup.com
benettonir.mobi