Comunicati e Statements

SISLEY Primavera/Estate 2012

Sisley P/E 2012Dosi elevate di stile ed ispirazioni senza distrazioni per la nuova collezione Sisley dedicata alla primavera estate 2012: denominatore comune un’atmosfera vagamente seventies che si esprime in un melting pot di stili e colori.

Collezione donna

BIANCA J. – Esattamente come l’icona ispiratrice, la parola d’ordine è un’eleganza dall’anima rock-glam; l’allure è al maschile ma capace di contenere una seducente femminilità. Di giorno si sta in pantaloni con il trench in versione lunga o corta, ma dal tramonto vincono gli abiti con gli orli che si allungano col passare delle ore: chemisier-charleston di georgette, tubini di satin con stampa pizzo, abiti sirena in tricot. Segni particolari: jabot e fiocchi fascinosi al collo, lungo il corpo intriganti decori tattoo, infine pois, righe e giochi di fantasie micro-macro. L’orizzonte è bianco, nero e rosso con marginali interventi bluette e neutri.

ETHEREAL FEMININITY – Un mondo evanescente, leggerissimo, impalpabile, a tinte pallide di aurore luminose, fatto di tessuti trasparenti e svolazzanti, di romantici decori fioriti, di rouches e morbide ampiezze che un punto fermo lo trovano solo in vita. Tutto è al massimo del femminile, dagli abiti plissé alle bluse lievi e fiorite, dalle giacchine minime di bouclé al trench addolcito da piegoline e stondature, fino ai calzoni di taglio classico morbidi e fluidi. Tinte pastello sfumate con qualche divagazione scura di ottanio e castagna.

EARTH PULSE – Colori e mood da sole allo zenit e termometro alle stelle, look dal sapore estivo e piccante. Trend casual e disimpegnato, ma esigente e ben costruito, con calzoni elasticizzati, abiti lunghi e gonne di mussola fresca a stampe etno-esotiche, completi-tuta e short adventure, poi bluse di seta, monospalla e monomanica a volumi amplificati, T-Shirt con decori flag style. Profumi, umori e colori da mercato delle spezie tra terra, sabbia e cielo blu.

Collezione uomo

ARCHITECTURAL MAN – Elegante e formale, classico e serissimo, ma datato 2012. L’uomo in questione porta sì la giacca, la cravatta, la camicia, il completo, la field jacket, il trench, ma rigenerati da una tendenza del tutto nuova che punta ora su tessuti lucidi e setosi, ora opachi e ruvidi ma sempre naturali. Dettagli inconsueti e d’ambiente tecnico come le zip, i cappucci, il denim. Atmosfere grigie di asfalto e cemento con qualche orizzonte rosa e azzurro.

URBAN MOBILITY – La parola d’ordine è funzionalità, coniugata con innegabili esigenze di buon gusto. La moda di tutti i giorni e di tutte le ore parla di ricercatezza a partire dai tessuti e dalle stampe che riproducono paesaggi e segnaletiche urbane, fino alle forme costruite e strutturate ergonomicamente, passando per i dettagli techno-funzionali come le cuciture 3D, le tasche e i piccoli scomparti per Ipod, cellulari, auricolari & company. Tecnici anche i colori: blu, verde militare, cobalto, giallo acido con contorno di grigio e blu chiaro.

FORMAL REBEL – Il ragazzo ha idee chiare a dispetto del tema che lo descrive: mix di ribellione e rigore. Forme e proporzioni morbide tra pezzi classici e accostamenti non convenzionali, tra mood casual e ricerca di stile. Veste il giubbino in pelle, i jeans logori, le T-shirt con stampe pop-art, ma anche il cardigan d’antan, il blazer destrutturato, la camicia a quadretti. Nell’insieme è tutto un’armonia di soltanto apparenti contraddizioni, frutto invece di un’originale personalità. Nero ribelle da un lato e blu perbene dall’altro; in mezzo verde bronzato, bianco, rosa e celeste.

Per ulteriori informazioni: